ECCO PERCHE’ THE DRESS CI PUO’ MIGLIORARE LA VITA

by Vincenzo Palmisano / 28 Febbraio 2015 / No Comments

Per giorni si è parlato solo di lui: The Dress, il vestito ormai
più conosciuto del mondo.

Qualcuno lo vede oro e bianco, qualcun altro celeste e marrone, altri ancora blu e nero.
Chi ha ragione?

In realtà il vestito è blu e nero, ma gli esperti hanno spiegato che a seconda della luce e di chi guarda può apparire di altre tonalità:

_______________________________

La Spiegazione dei Neuroscienziati:

La luce entra nell’occhio, poi colpisce la retina nella parte posteriore dell’occhio, dove i pigmenti sono connessi alla corteccia visiva, che elabora tali segnali in un’immagine.
Il cervello capisce ciò che la luce sta rimbalzando e sottrae in sostanza il colore “reale” dell’oggetto.

«Il nostro sistema visivo dovrebbe buttare via le informazioni su ciò che illumina ed estrarre informazioni sulla riflettanza reale», dice Jay Neitz, neuroscienziato presso l’Università di Washington. «Ma io ho studiato le differenze individuali nella percezione dei colori per 30 anni, e questa è una delle più grandi differenze individuali che abbia mai visto».

_______________________________

Però la cosa più interessante non è il vestito in sé, ma la reazione che ha scatenato.
Tutti volevano avere ragione…
E tu mi potrai dire “No Vincenzo, non si tratta di avere ragione, è un dato oggettivo!”…

Beh, in realtà hai ragione! E’ oggettivo… Per te!

L’episodio di The Dress ha dimostrato che ciascuno di noi ha ragione a suo modo, a seconda della propria “mappa del mondo”

“Il punto non è avere ragione o torto. Non esiste nulla di sbagliato. Nelle nostre menti. Nella nostra personale realtà. E’ impossibile decidere di fare la cosa sbagliata. E’ impossibile dire qualcosa di sbagliato. Nella propria mente si ha sempre ragione. Ogni azione che si compie – ciò che si fa o si dice, come si sceglie di apparire – nel momento in cui si agisce è automaticamente giusta.”
– Chuck Palahniuk

Quindi, alla fine, avevamo tutti ragione!
Forse avrai visto anche tu scene divertenti, come gruppi di persone che litigavano tra loro…
E tutto per un colore!

Quindi cosa possiamo imparare da questo vestito?
Sicuramente ad essere più aperti ai punti di vista altrui…
Come ci ha insegnato anche Robin Williams, nel suo film “L’attimo fuggente”:

“È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva. Anche se può sembrarvi sciocco o assurdo, ci dovete provare”

Quindi, nero, blu, oro o bianco non fa differenza…
Tutti possiamo godere di questa lezione ed aprire la nostra mente!

Perché, come saprai sicuramente se conosci il fantastico esercizio del brainstorming

La mente è come un paracadute… Funziona meglio quando è aperta! 😉

 

E tu…. COME LO VEDI?

The dress_vincenzo palmisano