VUOI ROVINARE LE TUE RELAZIONI? SII MULTITASKING!

by Vincenzo Palmisano / 27 Gennaio 2015 / No Comments

E’ scientificamente provato che le donne siano superiori ai colleghi uomini nel multitasking, ossia nella capacità di gestire più cose contemporaneamente.

Questa abilità pare consenta di fare il proprio lavoro meglio è più velocemente… Ma è veramente così?

Secondo una ricerca della Stanford University, lo “zapping” da un’attività all’altra, a lungo andare, danneggia la lucidità e le nostre capacità organizzative.
E non solo: è sufficiente “perdere il filo” di ciò che stiamo facendo, ad esempio a causa dell’arrivo di una mail o di una telefonata, per ridurre di circa due ore la produttività giornaliera.

Quindi non soltanto il multitasking ci stressa e ci affatica: rappresenta una vera e propria perdita di tempo e dunque di denaro.

Ma la sfilza di punti deboli del multitasking non finisce qui: secondo lo studioso Dave Crenshaw nuoce anche ai nostri rapporti interpersonali.
“Quando cerchiamo di fare più cose per volta coinvolgendo un’altra persona, per esempio dedicandogli un’attenzione frammentaria, giusto qualche attimo rubato a qualcos’altro, il costo è superiore al mero calcolo del tempo sprecato: il nostro comportamento finisce per danneggiare il rapporto con gli altri, che siano colleghi, familiari, amici o anche la cassiera del supermercato, che è una persona in carne e ossa ma che trattiamo come un’incombenza tra le tante che dobbiamo sbrigare”.

Ma allora come si può gestire tutto dedicandogli esattamente il tempo che merita?

A tal proposito le Peak Performance e la gestione del tempo ci vengono in soccorso, con un grandioso strumento chiamato TO-DO LIST, nient’altro che una semplice lista di cose da fare. Sono sicuro che moltissimi di voi ne avranno fatta almeno una prima di oggi. Ma siccome a volte capita di dimenticarla, per evitare che la to-do list rimanga solo una lista di “buoni propositi”, ecco qualche consiglio per rispettarla:

  1. RAGGRUPPARE ATTIVITA’ SIMILI TRA LORO, ad esempio le commissioni da svolgere fuori da casa;
  2. USARE L’AGENDA, per ricordare impegni e appuntamenti ;
  3. NO DISTRAZIONI! Mentre stiamo svolgendo dei compiti tutte le distrazioni (telefono, mail) vanno tenute lontane.
  4. CONTROLLARE LE MAIL SOLO IN MOMENTI PRESTABILITI, ad esempio la mattina e nel tardo pomeriggio. Lo stesso dicasi per i vari social network, che spesso ci “succhiano” tempo che volevamo dedicare ad altro!

Il rischio peggiore che si corre quando si entra in “modalità multitasking” è rifiutare di prendere del tempo per se stessi e il proprio benessere, perché c’è sempre qualcosa da fare nel mentre!

Dunque, caro lettore, metti da parte telefoni e distrazioni più che puoi: riducendo le interruzioni farai del bene al tuo orologio, al tuo portafogli, alle tue relazioni e soprattutto alla persona più importante di tutte, TE STESSO!